Mi chiamo Angela Salvatore e sono una coach che si occupa di comunicazione efficace e di performance in ambito lavorativo e personale.

Sono una donna di teatro. Ho calcato le tavole del palcoscenico.

Sono una donna d’azienda. Ho accompagnato l’organizzazione nel lungo percorso di cambiamento che le nuove tecnologie hanno richiesto.

Sono un project manager certificato.

Sono una persona che crede nel cambiamento.

Sono una coach! Viaggio con una valigia piena di esperienze, in teatro e in azienda, che sono la ricchezza che offro alle persone per accompagnarle ad esprimere se stesse e il proprio valore.

L’immagine che mi definisce più di ogni altra (e che ancora oggi mi entusiasma) è lo stupore di me a tre anni mentre strabuzzo gli occhi di fronte alla ballerina tutta luccicante che cammina sul filo.
Il coaching è per me il nastro rosso sul quale camminare in equilibrio armonico tra la creatività e razionalità.

Milestones

  • 1973 la mia prima decisione “Da grande farò la ballerina sul filo” – il sogno premonitore
  • 1976 la mia prima poesia dal titolo “L’extraterrestre” – la sperimentazione della creatività
  • 1985 la mia prima avventura nel teatro – il gusto delle cose nuove
  • 1986 il mio primo il gruppo teatrale, il Vendavales – la scoperta del calore del gruppo
  • 1992 la Scuola del Teatro Stabile di Torino diretta da Luca Ronconi – la misura della bellezza e del rigore
  • 1995 la Scuola di formazione superiore per attori di ERT Modena – il felice sudore
  • 1998 il mio primo lavoro in azienda – il potere di fare cose diverse
  • 2001 le difficoltà al lavoro e la rinascita – la resilienza
  • 2002 il mio primo lavoro in ambito IT, sempre in azienda – il piacere di una nuova scoperta
  • 2005 il mio primo progetto come project manager – l’ebbrezza del risultato
  • 2015 la certificazione Project Manager Professional – la soddisfazione del riconoscimento
  • 2016 la crisi, il bilancio e la nuova fondazione – la ricerca di un filo conduttore
  • 2018 la certificazione da coach, dopo due anni di studio e 120 ore di tirocinio – ogni cosa al suo posto
  • 2019 il mio primo sito internet – in scena!
  • continua…

Cosa ho fatto…

  • Workshop
    • “I 5 passi per l’autostima. Progettare il proprio valore” con Valentina Roversi per ADF
    • “Tra creatività e gestione: Organizza il tuo evento” con Ilenia Laleggia per ADF
    • “Il viaggio e gli archetipi” per ADF
  • Articoli per
    • ADF
    • Accademia Business
    • Antiblog di Ilenia Laleggia

I miei maestri

Siamo il risultato della nostra storia e delle ispirazioni che hanno indirizzato la costruzione delle nostre competenze.
La nostra vicenda umana è il risultato di incontri che imprimono una nuova direzione alla nostra esistenza.
Questi sono gli incontri che mi hanno lasciato un segno indelebile e che mi hanno portato ad essere coach oggi.

  • Livio Milanesio, il mio primo regista, che mi ha insegnato l’azione e il coraggio.
  • Luca Ronconi e Jerzy Grotowski dai quali ho imparato che non esiste genio senza rigore
  • Roberto Villa per aver acceso il mio entusiasmo per i progetti
  • Francesca Zampone, prima che per ogni altra cosa (e ce ne sono molte), per avermi “buttato in scena”
  • Eloisa Ghilardotti per l’ispirazione, il supporto e l’esempio

I preferiti

  • Film: Metropolis di Fritz Lang
  • Serie TV: Battlestar Galactica
  • Attrici: Francesca Bertini e Hedy Lamarr
  • Scrittore: Heinrich Böll
  • Romanzo: Il mondo secondo Garp di John Irving
  • Musical: Kinky Boots di Harvey Fierstein
  • Dipinto: Il cristo morto del Mantegna
  • Pittore: Renato Guttuso
  • Architettura: Chrysler building
  • Archistar: Santiago Calatrava
  • Città: Chicago