Quando parlo di public speaking, mi capita spesso di sentire la frase “Eh già! Per te è facile parlare in pubblico… sei allenata!”

Non è semplice spiegare che in questa affermazione, che di solito si riferisce al mio passato in teatro e alle occasioni di aula e di public speaking che si sono presentate negli ultimi anni, di vero c’è solo che l’allenamento è una parte integrante del percorso per diventare un buon oratore.

La vera notizia è che l’allenamento al public speaking non si fa solo parlando in pubblico!

Cosa possiamo fare per migliorare (indirettamente?) la nostra capacità di oratori?

Ecco 10 spunti per aumentare la nostra consapevolezza e i nostri strumenti.

1 – Leggere

Leggere saggi, leggere narrativa, leggere notizie e anche istruzioni tecniche per familiarizzare con le strutture del discorso efficace. Serve per allargare il vocabolario ma anche per acquisire una forma mentis che ci permetterà di restituire notizie complesse in modo semplice, competenza che è la vera forza di chi parla in pubblico.

2 – Vedere film e serie televisive

La narrazione per immagini è piena di esempi a cui ispirarsi e costituisce un immensa biblioteca condivisa a cui fare riferimento per riferimenti e da cui trarre citazioni

3 – Ascoltare

Le conversazioni che avvengono intorno a voi suggeriscono riflessioni interessanti. Sui mezzi pubblici, negli uffici, nei negozi soffermatevi nell’ascolto di quello che le persone si dicono, di come se comunicano e domandatevi se e quando sono efficaci.

4 – Studiare

Conoscere approfonditamente gli argomenti dei quali potreste parlare vi rende sicuri, più sarete padroni della materia più riuscirete ad essere “trascinanti”, la sicurezza è affascinante!

5 – Coltivare le passioni

I nostri interessi sono la nostra forza. Quante volte avete sentito dire o detto voi stessi di qualcuno “è veramente in gamba e, pensa, che è pure esperto di …”. A noi tutti piacciono le persone con tanti talenti! Raccontate le vostre passioni, raccontate le vostre esperienze! Chi vi ascolta sarà attentissimo alle vostre parole.

6 – Aiutare gli altri

Essere d’aiuto significa in primo luogo esprimere la vostra propensione verso il prossimo. Spiegate a chi avete di fronte come e perché potete essere un supporto. Questa è la tecnica base per presentarvi in uno speech!

7 – Osare

Ci hanno educati a essere discreti, a stare nelle retrovie e per qualcuno di noi molto introverso questo comportamento è una confort zone irrinunciabile, che viene violata quando è necessario parlare in pubblico. Dite la vostra! Anche quando è un’opinione fuori dal coro!

8 – Farsi belli

Prendetevi cura della vostra immagine, cercate di capire quali sono le cose che vi fanno stare bene e vi fanno sentire belli! Non indossate “abiti di servizio”, truccatevi, pettinatevi e profumatevi, indossate i vostri capi più amati.

9 – Ridere e praticare l’ironia

Sorridete alle persone che incontrate, sorridete con indulgenza delle persone che vi circondano, sorridere con amore di voi stessi e siate accoglienti verso i vostri errori. L’ironia è una forma di analisi intelligente e amorevole. Strappa un sorriso e fa onore al vostro valore

10 – Parlare in pubblico sempre

Considerate ogni vostra espressione come un public speaking. Ricordatevi che comunicate per essere compresi e valorizzati da quello che dite!

Alleniamoci a pensare che
siamo quello che diciamo,
siamo come lo diciamo
e siamo un valore per chi lo diciamo.

Consapevolezza espressiva significa autenticità. Non esiste nulla di più affascinante dell’autenticità.

Questi i miei suggerimenti per allenarti fuori dal ring! Dentro il perimetro del ring possiamo lavorare insieme! Come?
QUI trovi la mia proposta per un percorso di coaching per il public speaking.

Contattami per un incontro conoscitivo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *